chakra

Quasi sicuramente avremo tutti sentito parlare, almeno una volta, dei chakra. Probabilmente hanno catturato il nostro interesse, ma non abbiamo capito fino in fondo cosa veramente siano e a cosa servano. Sono molto importanti nelle pratiche yoga e ci aiutano a far sì che la nostra energia vitale sia ben impiegata.

Chakra significa, dal sanscrito, ruota, disco, circolo. Si basano sull’idea che l’essere umano possieda 74 chakra che collegano il corpo terreno a quello etereo. Attivare questi “collegamenti” permetterebbe di sviluppare nuove capacità, raggiungere la felicità e risvegliare la coscienza.

Di questi 74 punti vitali che possediamo, 7 sono denominati principali, o basici, e si trovano lungo la spina dorsale, dove sul fondo risiede una grande fonte di energia aggrovigliata come un serpente, il kundalini. I chakra funzionano come una sorta di ricevitore per assorbire e metabolizzare l’energia universale al fine poi di distribuirla al corpo. Per farlo, però, è necessario bilanciare i chakra, attraverso la yoga, la meditazione e addirittura l’alimentazione.

Ma scopriamo assieme quali sono questi 7 chakra basici e che funzione svolgono!

Muladhara – Chakra della radice

Il chakra della radice è situato all’altezza del perineo ed è associato al colore rosso. Serve a controllare stabilità, sicurezza e fiducia in noi stessi. Una scorretta apertura di questo porta a timidezza, disagio, sfiducia e sensi di colpa. Regola l’olfatto, il sistema osseo e la prostata.
Lo si può allenare semplicemente camminando o saltando sul posto, ma anche con qualche posizione base di yoga o stretching.

chakra radice

Svadhisthana – Chakra sacrale

Questo chakra è associato al colore arancione e si trova nella parte inferiore dell’addome. Regola gli organi sessuali e il plesso lombare. Oltre a questi controlla anche le emozioni e la creatività. Se non funzionasse bene potremmo riscontrare delle paure negli amplessi sessuali e addirittura il disgusto per questi, ma anche una limitazione alla nostra personalità.
Per aprire questo chakra è necessario dedicarsi ad attività rilassanti, come un bagno caldo, oppure attraverso il nuoto.

chakra sacrale

Manipura – Chakra del plesso solare

Posizionato nel plesso solare, questo chakra si associa al colore giallo. La sua azione si concentra sulla pelle, sul sistema muscolare, stomaco, fegato e intestino. Ha la funzione di regolare l’espansività, la consapevolezza, la volontà e il piacere. Un funzionamento scorretto porta ad un senso di inferiorità, acidità, ulcere, egoismo e anche dipendenza dal potere.
Per attivarlo dedichiamoci ad una bella corsa per scaricare la tensione, rompiamo la routine che ci intrappola e pratichiamo esercizi di yoga.

chakra plesso solare

Anahata – Chakra del cuore

Il chakra del cuore, come suggerisce il nome, si trova all’altezza del cuore, è associato al verde e controlla cuore, polmoni e sistema circolatorio. Le sue funzioni riguardano l’amore, l’umiltà, la generosità e la compassione. Se non funzionasse bene potremmo avere problemi in amore, malattie cardiache e respiratorie e isolamento.
Per allenarlo e aprirlo dedichiamoci ad esercizi di respirazione, aiutiamo gli altri in difficoltà e proviamo ad escludere l’odio dalla nostra vita.

chakra cuore

 Vishuddha – Chakra della gola

Associato al colore azzurro, si trova alla base della gola e regola collo, gola, mani e braccia. Il chakra della gola ha la funzione di aprirci verso il prossimo, ascoltare e comunicare le nostre emozioni e sentimenti. Una scorretta espressione porta a problemi a gola e corde vocali, logorrea o, al contrario, paura di parlare con gli altri.
Alleniamolo con delle rotazioni del collo, gridando a piena voce (non contro qualcuno, mi raccomando!) o cantando.

chakra gola

Ajna – Chakra del terzo occhio

Nonostante il nome abbastanza mistico che richiama antiche leggende questo chakra, di colore indaco, regola fronte, tempie e plesso carotideo. Ha la funzione di incentivare l’intuitività e l’immaginazione. Davanti ad un suo malfunzionamento rischiamo di incappare in allucinazioni, problemi psicologici, emicranie e confusione.
Il modo migliore per aprire questo chakra è la meditazione, ma anche dei semplici massaggi alle tempie potrebbero aiutare.

chakra terzo occhio

Sahasrara – Chakra della corona

Esattamente come una corona, questo chakra si trova in cima alla testa. Controlla cervello e sistema nervoso ed è associato al viola. Si lega fortemente al concetto di consapevolezza, in noi stessi ma anche nel resto dell’universo. Se questo fosse chiuso potremmo manifestare la volontà di dominare e manipolare gli altri, di avere sempre ragione, ma anche prepotenza, rigidità mentale e difficoltà a pensare e concentrarsi.
Esercitiamolo liberando la mente, magari aiutandoci con un mantra, e con degli esercizi di meditazione.

chakra corona

Se l’articolo ti è piaciuto, condividilo su Facebook!